Opposizione ad atto di precetto: cos'è, quando e in che termini

  • Opposizione ad atto di precetto: cos'è, quando e in che termini
    Pubblicata il:

    Afforntiamo l'opposizione ad atto di precetto attraverso le domande più comuni dei nostri assistiti: cos'è, che conseguenze ha, come si fa (anche in caso di decreto ingiuntivo) e quali sono i termini.

    Cosa s'intende per atto di precetto?

    L’atto di precetto è un atto autonomo del creditore e consiste in un’intimazione ad adempiere l’obbligazione risultante da un titolo esecutivo prima di iniziare un’esecuzione forzata. Tale intimazione ad adempiere deve avvenire entro un termine non inferiore a 10 giorni. Il precetto ha una valenza di 90 giorni, dopodiché perde efficacia e quindi qualsiasi atto di esecuzione notificato successivamente allo spirare dei 90 giorni risulterà invalido.

    Che conseguenze ha un atto di precetto?

    L’atto di precetto nel nostro ordinamento è da paragonarsi ad un campanello d’allarme, il quale preannuncia a stretto giro - in un termine non inferiore a 10 giorni e non superiore a 90 - se non si adempie o se non ci si oppone, l’apertura della fase esecutiva forzata. La ricezione di un atto di precetto notificato dal creditore mediante ufficiale giudiziario presuppone la conoscenza da parte del debitore di un precedente titolo divenuto esecutivo giudiziale o stragiudiziale.

    Opposizione atto di precetto su sentenza

    È possibile fare opposizione ad atto di precetto su sentenza? Se sì, come?

    La sentenza rappresenta un titolo esecutivo giudiziale e come tale è opponibile a seguito della notifica della stessa congiuntamente all’atto di precetto. La sentenza al pari della di un titolo esecutivo stragiudiziale (es. cambiale) o di una provvedimento giudiziale (es. d'urgenza) non necessita della formula esecutiva quindi va notificato al debitore direttamente insieme all’atto di precetto. Detto ciò è chiaro che la sentenza ha portata esecutiva quindi possiamo andare a contestare soltanto la regolarità formale dell’atto di precetto ex art. 617 c.p.c.. Il nostro ordinamento mette a disposizione in questo caso l’opposizione agli atti esecutivi prevista dall’art. 617 c.p.c. che prende in considerazione l’opposizione al precetto per irregolarità formali. Tale opposizione va proposta con citazione e la si può proporre entro un tempo alquanto ristretto, ovvero entro 20 giorni dalla ricezione della sentenza e del precetto.

    Opposizione atto di precetto su decreto ingiuntivo

    Come fare opposizione ad atto di precetto su decreto ingiuntivo?

    Tale tipo di opposizione segue di pari passi quella appena espletata nel quesito precedente, ovvero l' opposizione agli atti esecutivi ex art. 617 c.p.c.. Nel caso di decreto ingiuntivo, infatti, a differenza della sentenza, bisogna necessariamente apporre la formula esecutiva prima di notificare il decreto stesso con il precetto. Dunque, nel caso in questione, sarà possibile soltanto sollevare irregolarità formale opponendosi entro 20 giorni, dalla notifica del decreto ingiuntivo munito di formula esecutiva e precetto, mediante atto di citazione.

    Opposizione all'atto di precetto termini

    Quali sono i termini per l'opposizione all'atto di precetto?

    La risposta a tele quesito ce la fornisce l’art. 617 del c.p.c. il quale detta quanto segue: "Le opposizioni relative alla regolarità formale del titolo esecutivo e del precetto si propongono, prima che sia iniziata l'esecuzione, davanti al giudice indicato nell’articolo 480 terzo comma, con atto di citazione da notificarsi nel termine perentorio di venti giorni dalla notificazione del titolo esecutivo o del precetto. Le opposizioni di cui al comma precedente che sia stato impossibile proporre prima dell'inizio dell'esecuzione e quelle relative alla notificazione del titolo esecutivo e del precetto e ai singoli atti di esecuzione si propongono con ricorso al giudice della esecuzione nel termine perentorio di venti giorni dal primo atto di esecuzione, se riguardano il titolo esecutivo o il precetto, oppure dal giorno in cui i singoli atti furono compiuti".

    Autore articolo Opposizione ad atto di precetto: cos'è, quando e in che termini: Sgambato Associati
Hai bisogno di una consulenza? Contattaci per avviare la tua pratica
telefono sgambato associati 0823 751665