Infortunio a scuola: cosa fare

  • Infortunio a scuola: cosa fare
    Pubblicata il:

    Infortunio scolastico. Cosa fare se vostro figlio si infortuna a scuola? Analizziamo il caso attraverso le domande più comuni dei nostri assistiti.


    Infortunio a Scuola Cosa Fare

    Qual è la prima cosa da fare se mio figlio si infortuna a scuola?

    Prima di intentare una qualsiasi azione volta alla richiesta del risarcimento del danno fisico patito dell’alunno è necessario accertarsi di come siano andati realmente i fatti e lo si può fare richiedendo copia della relazione sui fatti redatta dall’insegnante di turno. Fatto ciò, prima mossa è inviare una richiesta a mezzo raccomandata A/R o mediante PEC all’istituto scolastico in persona del dirigente ove si richiede il risarcimento delle lesioni patite dell’alunno. Qualunque istituto scolastico oggigiorno è dotato di una polizza assicurativa che copre i danni da infortunio agli alunni. In tale occasione, infatti, è doveroso richiedere al dirigente scolastico di essere informati di tale compagnia assicurativa al fine di inoltrare anche a quest’ultima la medesima richiesta di risarcimento danni. In tale occasione, dopo che risulta palese la responsabilità dell’istituto scolastico in merito all’infortunio, l’assicurazione risarcirà senza problemi il danno. Qualora invece, non si riesca ad ottenere il risarcimento nella fase stragiudiziale, bisogna per forza di cose adire il tribunale ( Giudice di Pace o Tribunale Ordinario a seconda del valore della controversia) per richiedere il giusto risarcimento. La citazione dovrà essere notificata al Ministero dell’istruzione e all’avvocatura distrettuale di Stato oltre che all’ istituto scolastico in persona del dirigente scolastico (preside).

    Infortunio a scuola risarcimento

    È possibile ricevere un risarcimento danni per una caduta a scuola?

    E' certamente possibile ricevere un risarcimento del danno per lesioni fisiche subite all’interno di un istituto scolastico, quando risulta che il danno si sia verificato a causa e per colpa dell’ istituto scolastico. Tale risarcimento del danno nasce da presupposto che l’alunno durante l’orario scolastico è in custodia e sotto la vigilanza dei membri dell’istituto stesso. Quindi tutte le volte in cui venga provato il nesso di causalità tra evento e causa o colpa da parte dell’istituto affidatario dell’alunno, nasce il diritto di pretendere il risarcimento del danno.

    Incidenti scolastici

    Per quali incidenti scolastici è possibile chiedere un risarcimento?

    E’ sempre possibile richiedere un risarcimento del danno per infortunio dell’alunno durante l’orario scolastico e all’interno dell’istituto purché venga provato il nesso di causalità. Durante l’orario di lezione, infatti, l’alunno è in custodia dell’istituto e in virtù di ciò, l’istituto in persona degli insegnanti e del dirigente scolastico hanno il dovere di custodia e quindi di tutela dell’incolumità dell’alunno stesso, pertanto, quando tale dovere venga meno e quindi quando tale carenza sia causa di danno, nasce il diritto di pretendere un risarcimento del danno.

    Infortunio a scuola dell'insegnante  

    Se l'infortunio lo subisce l'insegnante?

    Passando ad analizzare l’ipotesi di infortunio del docente dobbiamo fare una distinzione tra infortunio verificatosi durante lo svolgimento dell’attività didattica protetta e infortunio che si verifica sempre all’interno della struttura scolastica ma fuori dall’orario di lezione e quindi fuori dall’attività didattica vera e propria. Nel primo caso sono protetti da assicurazione sociale contro gli infortuni sul lavoro: gli insegnanti e gli alunni che attendono ad esperienze tecnico – scientifiche o esercitazioni pratiche, o che svolgono esercitazioni di lavoro; collaboratori, allorché utilizzino macchine (anche elettriche o informatiche) per l’espletamento dei compiti del proprio ufficio o lavoro; gli ausiliari, in quanto svolgono attività di tipo manuale con l’uso di attrezzature o utensili. I soggetti tutelati dalla assicurazione obbligatoria per gli infortuni e malattie professionale beneficiano, in caso di sinistro della copertura assicurativa (INAIL), anche se il contributo assicurativo (equivalente al premio previsto per le assicurazioni private) non sia stato pagato o non sia stata addirittura accesa la posizione assicurativa. Nel secondo caso invece sarà possibile ottenere il risarcimento del danno mettendo in pratica quanto previsto in caso di infortunio dell’alunno.

    Infortunio scolastico prescrizione

    Esiste un periodo di prescrizione per l'infortunio scolastico?
    La prescrizione è quella propria del risarcimento del danno il quale si prescrive in 10 anni da quando si è verificato il fatto.

    Autore articolo Infortunio a scuola: cosa fare: Sgambato Associati
Hai bisogno di una consulenza? Contattaci per avviare la tua pratica
telefono sgambato associati 0823 751665

Altre notizie in ambito Risarcimento Danni