Pace Fiscale e rottamazione: termini e dettagli

  • Pace Fiscale e rottamazione: termini e dettagli
    Pubblicata il:

    Pace fiscale e rottamazione cartelle: di cosa si tratta, rottamazione TER, cartelle esattoriali, termini e tutte le domande più comunemente poste dai nostri clienti a cui lo staff di Sgambato Associato prova a dare una risposta semplice e completa.

    Cosa s'intende per pace fiscale?

    Con legge di bilancio 2019 collegata al decreto legge 119 del 2018 viene ufficializzata la nuova rottamazione delle cartelle, la definizione agevolata delle liti tributarie, lo stralcio totale delle cartelle fino a mille euro, dichiarazione integrativa al 20% fino a 100.000 euro.

    Con la nuova rottamazione definita ter viene concesso un notevole benefico a tutti coloro che hanno posizioni pendenti nei confronti del fisco e precisamente nei confronti dell'Agenzia delle entrate e riscossione. Nello specifico, al contribuente moroso, e data la possibilità di pagare il debito al netto delle sanzioni e degli interessi di mora spalmato in 5 anni ed in massimo 10 soluzioni. Rientrano nella rottamazione ter tutti i debiti che risultano da cartelle affidate all' Agenzia delle Entrate e Riscossione tra il 1° gennaio 2000 e il 31 dicembre 2017. Per beneficiare della rottamazione ter bisogna presentare domanda entro il 30 aprile 2019.

    Per quanto riguarda invece la definizione agevolata delle liti tributarie pendenti, viene presa in considerazione la possibilità di chiudere tutte le liti pendenti innanzi alle Commissioni tributarie che hanno come controparte l'Agenzia delle Entrate e Riscossione. Per aderire a tale definizione agevolata bisogna presentare domanda entro il 16 maggio 2019, e riguarderà le controversie in cui il ricorso di primo grado è stato notificato alla controparte entro il 30 settembre 2018 e per le quali, alla data di presentazione della domanda di pace fiscale, il processo non si sia ancora concluso con pronuncia definitiva. In questa ipotesi i contribuenti chiamati in causa beneficeranno di uno sconto sull'importo oggetto di controversa tributaria. Terzo elemento di rilievo che caratterizza la pace fiscale 2019 è il decreto così detto "strappa cartella" ovvero tutte le cartelle notificate ai contribuenti tra il 2000 e il 2010 di importo inferiore ai 1000 euro verranno cancellate.

    Infine altro punto cardine della Pace Fiscale è rappresentata dalla dichiarazione integrativa, la quale, consentirà al contribuente di accedere alla pace fiscale dichiarando i redditi omessi nelle precedenti dichiarazioni fino all’importo massimo pari a un terzo dei redditi dell’anno precedente, e comunque fino a un tetto di 100.000 euro. In questo caso verrà applicata un'aliquota unica pari al 20%.

    Pace Fiscale e Rottamazione TER 

    Cosa s'intende per rottamazione ter? 

    Per rottamazione ter si intende una terza e ultima possibilità in ordine cronologico per i contribuenti in debito con il fisco di aderire alla definizione agevolata dei carichi affidati all'Agenzia delle Entrate e Riscossione dal 1 gennaio 2000 al 31.12.2017 così come previsto dal D.L. 119 del 2018 collegato alla Legge di Bilancio 2019. Grazie a tale misura messa a disposizione per i contribuenti morosi da parte del Governo, è data la possibilità per questi ultimi di ottenere un forte sconto in termini di sanzioni e interessi.

    Viene data la possibilità a chi ha debiti con il fisco di aderire a tale definizione agevolata presentando domanda entro il 30.04.2019 e, un volta aderito, si da la possibilità di pagare entro un lasso di tempo abbastanza lungo ovvero 5 anni ed in 10 soluzioni con un tasso di interessi agevolato pari al 2% a partire dal 1 agosto 2019.

    Nella pace fiscale e condono fiscale cartelle esattoriali 2019: per quali debiti è previsto?

    Possono aderire alla rottamazione ter tutto coloro che hanno cartelle esattoriali affidate all'agenzia delle Entrate e Riscossione a partire dal 1 gennaio 2000 fino al 31 dicembre 2017. Possono beneficiare di tale ultima rottamazione anche chi ha già beneficiato delle precedenti rottamazioni, e precisamente, chi ha aderito alla prima rottamazione e non ha avuto modo di pagare l'importo condonato nei termini di legge, oppure, chi ha aderito alla seconda rottamazione e ad oggi risulta in regola con i pagamenti delle rate di luglio, settembre, ottobre 2018 entro il 7.12.2018.

    Come si aderisce alla rottamazione?

    Il contribuente che voglia aderire alla rottamazione ter deve presentare un apposito modulo di richiesta all'agenzia delle Entrate e Riscossione entro il 30.04.2019 e lo può fare o via PEC presentando il modulo DA 2018 oppure consegnandolo allo sportello dell'Agenzia delle Entrate.

    Qual è il termine per aderire alla rottamazione?

    Il termine ultimo entro il quale presentare il modulo DA 2018 all'Agenzia delle Entrate ed aderire alla rottamazione ter è il 30 APRILE 2018. 

    Autore articolo Pace Fiscale e rottamazione: termini e dettagli : Sgambato Associati
Hai bisogno di una consulenza? Contattaci per avviare la tua pratica
telefono sgambato associati 0823 751665

Altre notizie in ambito Opposizione Cartelle Equitalia