Ricorso Seconda Fascia Laureati Docenti: ecco come fare

  • Ricorso Seconda Fascia Laureati Docenti: ecco come fare
    Pubblicata il:

    Ricorso Seconda Fascia Laureati

    Cosa s'intende per ricorso seconda fascia per laureati?

    Quotidianamente sempre più Tribunali in funzione di Giudice del Lavoro si stanno pronunciando a favore dei laureati in possesso dei 24 CFU riconoscendogli il diritto di essere inseriti nelle graduatorie di istituto di seconda fascia. Mediante tale ricorso, i docenti-professionisti che hanno conseguito i 24 CFU, posso passare dalla terza alla seconda fascia. Tale ricorso dunque mira a riconoscere il diritto ad essere inseriti in seconda fascia delle graduatorie di istituto ai docenti laureati in possesso dei 24 CFU. 



    Chi può fare ricorso? Quali sono i requisiti?

    Possono fare tale ricorso tutti docenti laureati che hanno conseguito i 24 CFU e che dunque sono inseriti in terza fascia. Possono fare ricorso al pari dei laureati anche i docenti AFAM, i diplomati tecnico pratici e i diplomati ISEF, i soggetti abilitati all’estero in attesa del riconoscimento e i docenti ITP, sempre però in possesso dei 24 CFU.

    Come funziona il ricorso per laureati per l’insegnamento?

    Il ricorso si fonda sul principio che il titolo di laurea insieme ai 24 CFU hanno valore abilitante. Sempre più pronunce di merito si stanno succedendo con sempre maggiore frequenza in tal senso, infatti, a seguito di ricorso, l’autorità competente riconosce il diritto all’inserimento in seconda fascia delle graduatorie di istituto. 
    Il ricorso pone le basi sulla forte discriminazione palesata dal D.D.G. n. 784 del 11.05.2018 relativo all’aggiornamento delle graduatorie di seconda fascia di circolo e di istituto, la quale, consente l’accesso alle graduatorie soltanto a coloro che siano in possesso di titoli di abilitazione. Il ricorso infatti punta a far emergere tale discriminazione che fa il D.D.G. richiamato nei confronti dei docenti laureati che posseggono i 24 CFU rispetto a coloro che siamo in possesso del titolo abilitante. 

    A chi rivolgersi per fare ricorso?

    Il ricorso va presentato al Tribunale Ordinario in funzione del giudice del lavoro territorialmente competente. 


    Quanto costa il ricorso?

    Il costo del ricorso è di 200 euro. 


    ULTIMO TERMINE PER ADERIRE

    Entro quando si può fare ricorso?

    Il ricorso è sempre presentabile.



    Il vostro studio può aiutarmi? Come?

    Già decine e decine di professionisti si sono affidati al nostro studio legale, ed oggi, grazie al nostro intervento hanno la soddisfazione di essere in seconda fascia. Studio di settore e forte esperienza nel campo stanno facendo si che quotidianamente sempre più docenti si rivolgono ai nostri professionisti per veder riconosciuto il diritto ad essere inseriti in seconda fascia delle graduatorie di istituto. 

    Autore articolo Ricorso Seconda Fascia Laureati Docenti: ecco come fare: Sgambato Associati
Hai bisogno di una consulenza? Contattaci per avviare la tua pratica
telefono sgambato associati 0823 751665

Altre notizie in ambito Diritto del Lavoro