Abuso dello Stage: cos'è e come chiedere un risarcimento

  • Abuso dello Stage: cos'è e come chiedere un risarcimento
    Pubblicata il:

    I nostri avvocati specializzati nel diritto del lavoro ti spiegano tutto sull'abuso dello stage: che cos'è, come chiedere un risarcimento e in quali casi. Tutte le risposte alle domande più comuni tipicamente formulate dai lavoratori.

    Cosa si intende per abuso dello stage?

    Non possiamo approfondire l’abuso di stage se prima non si è definito il significato proprio della parola “stage". La parola stage e un termine proprio del vocabolario francese diversamente detto tirocinio formativo. Tale tirocinio ha come obiettivo quello di formare e quindi preparare le nuove leve al mondo del lavoro. Attraverso tale esperienza lavorativa/formativa i soggetti conoscono e sperimentano in modo concreto la realtà lavorativa toccando con mano quello che potrà essere il lavoro della propria vita. La disciplina dei tirocini formativi è demandata alla competenza legislativa delle regioni rispettando i principi individuati dalla conferenza Stato-Regioni. La linea guida tra tirocinio e abuso di tirocinio ci viene fornita dalla circolare Nazionale dell’Ispettorato del lavoro del 18 aprile 2018 secondo cui l’attività del tirocinante deve essere limitata all’apprendimento, all’esercizio formativo, all’esperienza pratica formativa e non ricadere in una vera e propria prestazione lavorativa. Infatti, c’è il rischio che i datori di lavoro, definiti nel caso di specie addetti alla formazione professionale, possano coinvolgere i tirocinanti in dinamiche proprie dei dipendenti-lavoratori subordinati. Es. orari, mansioni, responsabilità, partecipare a turni di lavoro, sono cose che attengono esclusivamente ad lavoratori subordinati e non certo ai tirocinanti.

    Sul punto esiste una sentenza di merito del tribunale di Lucca n. 472 del 2012 molto pregnante e soprattuto chiarificatrice sulla distinzione tra stagista e lavoratore subordinato: “il tirocinio non configura un rapporto di lavoro subordinato ma ha finalità prevalentemente formative; la sua finalità specifica e preminente è nell’addestramento professionale e nell’immediata e diretta strumentalità dell’inserimento ai soli fini dell’apprendimento; il tirocinio sfugge all’applicazione di tutte le regole della subordinazione. Il tirocinante non è soggetto al potere direttivo, organizzativo o disciplinare del soggetto che lo ospita, e questi deve accogliere lo stagista nella propria organizzazione produttiva, con la sola finalità di fargli conosce un contesto aziendale. Può avvalersi del lavoro del tirocinante, ma solo dentro uno schema caratterizzato dalla volontarietà e dall’assenza di un vincolo di subordinazione”.

    Cosa è tenuto a fare un lavoratore durante uno stage e cosa no?

    Alla Luce di quanto espresso dalle linee guida della conferenza Stato-Regioni, il tirocinante è tenuto durante l’arco di tempo formativo ad acquisire conoscenze teorico-pratiche, retribuite o anche no, finalizzate a migliorare la conoscenza e l’acquisizione di una determinata esperienza professionale volta a far si che lo stesso possa inserirsi più facilmente nel mondo del lavoro. Sul Punto recenti pronunce di Cassazione hanno stabilito che il datore di lavoro è obbligato a garantire un valido addestramento professionale finalizzato ad acquisire conoscenze e competenze per un più facile inserimento nel mondo professionale del lavoro.

    E' possibile richiedere un risarcimento per abuso dello stage?

    Ovviamente se si ricade nell’abuso di stage, risulta palese che il tirocinante ha diritto a richiedere tutte le spettanze professionali proprie di un lavoratore subordinato. Quindi si ha diritto a richiedere tutto quanto previsto dal Contratto Collettivo Nazionale di Categoria, differenze per straordinari, differenze pga, tredicesima mensilità, contribuzione previdenziale, malattie, ferie, TFR.

    Come può aiutarmi il vostro studio nol caso in cui sia stato vittima di abuso dello stage?

    Solo grazie all’esperienza pluriennale nel campo del Diritto del Lavoro siamo in grado di assistere i nostri clienti, i quali, fin dal primo appuntamento vengono assistiti con professionalità e serietà. Basta un semplice colloquio per individuare se siamo in presenza di un abuso di stage ed in questo caso consigliamo la miglior strategia di sicuro successo da adottare. Quotidianamente si affidano al nostro studio decine e decine di cliente i quali ci implorano aiuto e assistenza contro lo sfruttamento sul luogo di lavoro; noi dalla nostra parte rispondiamo innanzitutto fornendo un supporto morale e psicologico per poi proseguire affrontando professionalmente la vicenda fin al raggiungimento dell’ obiettivo ovvero al riconoscimento dei pieni diritti del lavoratore.


    Autore articolo Abuso dello Stage: cos'è e come chiedere un risarcimento: Sgambato Associati
Hai bisogno di una consulenza? Contattaci per avviare la tua pratica
telefono sgambato associati 0823 751665

Altre notizie in ambito Diritto del Lavoro